Luigi Ballerini

psicanalista e scrittore

Luigi Ballerini è medico e psicanalista, nonché editorialista di Avvenire. Alla letteratura per ragazzi è approdato una decina di anni fa. Nel 2014 ha vinto il premio Andersen per il miglior libro per bambini 9-11 anni con La signorina Euforbia maestra pasticciera (Edizioni San Paolo). Il libro a cui si fa riferimento nel testo (raccolto da Manuela Moretti) è “Hanna non chiude mai gli occhi” (San Paolo, pp. 176, euro 15), dove si narrano le vicende che ruotano attorno a Guelfo Zamboni, console italiano a Salonicco durante l’ultima fase della seconda guerra mondiale. Come lo Schindler della celebre “lista”, come Perlasca, anche Zamboni si espone al rischio, pur di arginare l’orrore: nel suo caso, la deportazione - avviata dai nazisti a cavallo tra la primavera e l’estate del 1943 - di oltre cinquantamila persone dalla città, l’antica Tessalonica, chiamata anche «Gerusalemme dei Balcani» per la forte componente ebraica. Zamboni riuscì a salvare 281 ebrei, falsificandone i documenti.